Portale turistico commerciale della Riviera del Brenta
  • Venezia - Gondole sul Canal Grande
  • Riviera del Brenta - Villa Pisani a Strà
  • Splendide Ville Venete sulla Riviera del Brenta
 

Storia della Riviera del Brenta

 
 


Il Naviglio, corso d'acqua che metteva in comunicazione la laguna di Venezia e il territorio padovano, fu usato massicciamente come via di comunicazione. Oltre al trasporto di persone, veniva usato per scopi commerciali, e per trasporto di merci e materie prime per le numerose aziende artigianali presenti nella zona.
I nobili usavano come mezzo di trasporto Il Burchiello, un battello che veniva trainato dalle riva da uomini o animali da tiro. Per le merci si usavano imbarcazioni chiamate Burci. Attualmente sono presenti delle imbarcazioni che hanno scopi esclusivamente turistici, che effettuano una piccola ma splendida crociera, effettuando delle pause nella navigazione, permettendo ai turisti di scendere dal battello per visitare le splendide ville della Rivieda del Brenta.

Le ville venete erano le residenze estive dei Patrizi Veneziani, costruite principalmente tra il XV e il XIX secolo. I nobili Veneziani spesero enormi ricchezze epr costruire le Ville, che erano sfarzose e con splendidi giardini lussureggianti di piante esotiche, con le siepi potate a disegno. Spesso erano presenti fontane di veria grandezza con giochi d'acqua.
La struttura tipica della villa era costituita da un corpo centrale, molto elaborata e lussuosa, senza sistemi di riscaldamento, visto l'uso prevalentemente estivo. Era assente la cucina. Nelle immediate vicinanze era presente la Barchessa, dipendenza dove veniva organizzato il lavoro: cucina, abitazione della servitù e dei contadini erano situati nella Barchessa.

Presenti numerose Ville dell'architetto Andrea Palladio, particolarmente abile nel disegnare le ville. Sono presenti soprattutto nella provincia di Vicenza, e 24 delle sue Ville sono inserite nella lista Patrimoni dell'umanità dell'Unesco.